World Drug Report 2013 dell’ONU

Secondo le stime, nel 2011 un numero compreso fra 167 e 315 milioni di persone in tutto il mondo ha fatto uso di sostanze stupefacenti illegali, cioè una quota fra il 3,6 e il 6,9 per cento complessivo della popolazione mondiale. Nel complesso il consumo è in costante declino in Europa occidentale, mentre nel resto del mondo si mantiene stabile. In generale, a partire dal 2009, si è registrato un aumento dell’uso di sostanze oppioidi (come la morfina) e di cannabis, mentre è in diminuzione l’uso complessivo della cocaina (il cui mercato in Europa occidentale è calato dell’1,2 per cento nel 2011), dell’ecstasy e delle anfetamine. In Italia, per esempio, più di 200 mila persone dal 2008 al 2011 hanno smesso di fare uso di droghe illegali che si iniettano per via endovenosa, mentre in Russia nello stesso lasso di tempo i consumatori di questo tipo di droghe sono diventati 500 mila in più.

Categorie: