Droghe, la delega resta a Enrico Letta

A quasi tre mesi dal giuramento del governo Letta, cade il velo sulla delega alle politiche antidroga: a firmare la Relazione al Parlamento sulle tossicodipendenze è stato il presidente del Consiglio, Enrico Letta, che terrà, tra gli altri incarichi, anche la delega sulle droghe. La conferma arriva a Redattore Sociale direttamente dal Dipartimento delle Politiche antidroga dopo che negli ultimi mesi si era consumato un lungo braccio di ferro sull’affidamento della delega. Le prime voci di corridoio, infatti, volevano la delega alla ministra per l’Integrazione, Cécile Kyenge (che invece ha ricevuto quella sulle adozioni internazionali). Voci che successivamente indicarono prima il ministro dell’Interno Angelino Alfano, poi il ministro per la Salute, Beatrice Lorenzin. Ultimo nome comparso nella lista dei possibili candidati, la vice ministra al Welfare, Maria Cecilia Guerra. Ma il braccio di ferro è terminato con una scelta che ricalca quella della delega alla famiglia che, come dichiarato dal capo del Dipartimento delle Politiche per la famiglia, resta a Letta, per quanto riguarda le scelte di indirizzo, e al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Filippo Patroni Griffi, per la firma degli atti riguardanti la famiglia.(Giovanni Augello)