Nel 2013 217 nuovi utenti marchigiani nelle comunità terapeutiche marchigiane

Nel 2013, le comunità terapeutiche aderenti al Crea, il Coordinamento regionale enti accreditati, hanno registrato 217 nuovi ingressi di utenti marchigiani: sono 172 uomini e 45 donne con problemi di dipendenza. Se l’eroina rimane la “piaga” principale, balza agli occhi una percentuale preoccupante di nuovi ingressi femminili legati all’abuso di alcol (35.9%).  In totale gli utenti marchigiani accolti dagli enti del privato sociale sono 434  (345 maschi e 89 femmine): il 74,9% sono eroinomani, il 19,5% alcolisti, il 4.6% cocainomani, lo 0,3% è un giocatore d’azzardo patologico.

 

Identikit dei nuovi ingressi. La dipendenza da eroina rimane la causa principale degli ingressi registrati dalle comunità nel 2013: riguarda l’80,5% dei maschi e il 59% delle femmine. Hanno invece problemi di alcolismo il 14,5% dei maschi e il 35.9% delle femmine. Anche se si prendono in considerazione i dati relativi alla dipendenza secondaria, si registrano evidenti differenze di genere. Una donna su quattro è anche dipendente da cocaina,  mentre una su quattro da alcol o da psicofarmaci. Per gli uomini la dipendenza secondaria più rilevante è l’eroina (39,3%) seguita dalla cocaina (32,1%) e dall’alcol (17,9%).

I nuovi utenti sono soprattutto liberi (63,7%) o separati (14,3%). Il 12,1% è coniugato, il 4,4% divorziato o convivente. Più della metà ha conseguito il diploma di media inferiore (55,2%),  il 35,2% di media superiore. Le malattia correlata alla dipendenza più diffusa è l’epatite C (48,6%) seguita dall’epatite B (11,2%) e dall’Hiv (5,7%).

 

Dipendenze ed età. L’eroina e la cocaina sono le droga più “precoci” per gli utenti maschi delle comunità marchigiane, riguardando anche la fascia d’età che va dai 16 ai 20 anni. Successivamente l’eroina rimane la droga prevalente fino alla piena maturità, per essere sostituita, a partire dai 55 anni, dall’alcol. Diverso il caso delle femmine. In questo caso le dipendenze che si manifestano più precocemente, oltre all’eroina, sono l’alcol e la cocaina. L’alcolismo sembra essere un problema che riguarda soprattutto le giovanissime e le donne dai 40 anni in su.

 

Tempi di cura. Il processo riabilitativo degli alcolisti dura in media 14 mesi. Quello dei maschi è più lungo (476 giorni) rispetto a quello delle femmine (311 giorni). Gli abbandoni avvengono in media dopo 8 mesi. Anche in questo caso è rilevante la differenza tra maschi (291 giorni) e femmine (appena 77 giorni). Il percorso terapeutico dei tossicodipendenti dura invece circa 19 mesi, mentre gli abbandoni avvengono in media dopo 6 mesi. Tra maschi e femmine c’è una sostanziale uniformità.