Relazione europea 2015 :crescono purezza e potenza delle sostanze stimolanti

l’Osservatorio Europeo di Lisbona ha pubblicato il Report Annuale 2015

Con circa 3,4 milioni di adulti e 2,3 milioni di giovani adulti (15-34 anni) che l’hanno consumata almeno una volta nell’ultimo anno, la cocaina continua ad essere lo stimolante illecito di elezione in Europa. E’ quanto sostiene il nuovo rapporto dell’Osservatorio di Lisbona sulle droghe presentato oggi. Secondo lo studio negli ultimi anni il mercato della cocaina nel vecchio continente si è stabilizzato, nonostante i sequestri si siano attestati a livelli più bassi rispetto al 2006 e 2008. Nel 2013 sono stati effettuati circa 78 mila sequestri in tutta l’Unione europea per circa 63 tonnellate di cocaina.
Non solo coca. Sebbene sia lo stupefacente stimolante per eccellenza, la cocaina non è l’unica droga di questa categoria a circolare in Europa. Secondo l’osservatorio, infatti, il consumo di amfetamine e metamfetamine riguarda 1,6 milioni di adulti che segnalano di averne consumata nell’ultimo anno, tra cui 1,3 milioni di giovani adulti (15-34 anni) e prendono piede anche nuovi modelli di assunzione. “In Repubblica ceca, per esempio, è stato osservato un aumento sensibile del consumo ad alto rischio di metamfetamina (in particolare assunta per via parenterale), con un aumento nel numero dei consumatori da circa 21 mila e oltre 34 mila tra il 2007 e il 2013 – spiega il rapporto -. In una serie di paesi europei si segnala anche l’assunzione per via parenterale di metamfetamina insieme ad altri stimolanti”. Anche i catinoni sintetici, spiega il rapporto, “sono ora una costante sul mercato degli stimolanti illeciti in alcuni paesi europei e vengono spesso consumati in modo intercambiabile con amfetamina ed ecstasy. Pur non trattandosi in Europa di un fenomeno diffuso, l’assunzione per via parenterale di catinoni sintetici è un problema localizzato in gruppi di consumatori di stupefacenti ad alto rischio in alcuni paesi”.
Aumenta la purezza delle droghe. A preoccupare è anche l’aumento della potenza e della purezza degli stupefacenti. “Una scoperta fondamentale della relazione di quest’anno – spiega l’Osservatorio – è il sensibile aumento della potenza e della purezza delle droghe illecite consumate più frequentemente in Europa, elemento che desta preoccupazioni circa la salute dei consumatori che, volenti o nolenti, possono consumare prodotti più forti”. Un aumento di purezza che riguarda tutti i tipi di stupefacenti, quindi sia per la cannabis, che per l’eroina, ma anche per la cocaina.
© Copyright Redattore Sociale