Nuova sostanza messa sotto controllo in tutta Europa

BRUXELLES – L’Europa ha risposto oggi alle preoccupazioni circa l’uso del farmaco stimolante 4-metilamfetamina (4-MA), sottoponendolo a misure di controllo e sanzioni penali in tutta l’Unione europea. La decisione del Consiglio dell’UE si basa sui risultati di una valutazione formale dei rischi sul 4-MA prodotta nel 2012 dal comitato scientifico dell’Agenzia europea delle droghe (Oedt), con la partecipazione di altri esperti provenienti dagli Stati membri dell’Unione europea, della Commissione europea, Europol e dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema). La relazione, presentata alla Commissione e al Consiglio nel novembre 2012, ha valutato i rischi sociali e per la salute del farmaco, ma anche il traffico internazionale e il coinvolgimento della criminalità organizzata.
L’4-MA appartiene al gruppo di fenetilamine sintetici ed è strettamente correlata alla anfetamine. Sembra essere venduto sul mercato illecito come anfetamina, essendo spesso mescolato ad essa. Le informazioni disponibili suggeriscono che la sostanza è prodotta e distribuita dagli stessi gruppi criminali organizzati coinvolte nella produzione e il traffico di anfetamine.

I motivi che hanno portato alla decisione comprendono: una forte somiglianza con l’anfetamina e i rischi per la salute che pone; la valutazione dei rischi, attraverso una relazione dettagliata che parla di 21 morti in quattro Stati membri dell’Unione europea (Belgio, Danimarca, Paesi Bassi, Regno Unito), dove è stato rilevato il 4-Master in campioni post-mortem, da solo o in combinazione con altre sostanze (in particolare anfetamine). Gli effetti negativi di 4-MA comprendono: ipertermia, ipertensione, anoressia, nausea, paranoia e ansia.
Otto Stati membri (Danimarca, Germania, Irlanda, Francia, Cipro, Lituania, Paesi Bassi, Regno Unito) già controllano l’ 4 MA ai sensi della normativa contro la droga. Inoltre, due paesi (Ungheria e Austria) hanno introdotto nuovi quadri giuridici per vietare la fornitura non autorizzata a singoli o gruppi di sostanze (4-MA è controllata sotto la definizione generica di fenetilamine). Uno Stato membro (Finlandia) controlla la sostanza ai sensi della legislazione sui farmaci.

Il direttore dell’Oedt, Wolfgang Götz, ha accolto con favore la notizia: “La decisione di oggi di introdurre controlli sul 4-metilamfetamina è un altro esempio positivo della capacità dell’Europa di rispondere alle nuove sostanze psicoattive e dimostra la forza del primo sistema di allarme comunitario. Poiché un certo numero di paesi già controllano il 4-MA, questa decisione potrà evitare problemi nei rapporti transfrontalieri di polizia e nella cooperazione giudiziaria. Inoltre, misure a livello dell’Unione aiuteranno anche a prevenire alcuni degli effetti nocivi per la salute”.
Gli Stati membri dell’Ue hanno un anno per adottare le misure necessarie per sottoporre il 4-MA ai controlli in linea con le leggi nazionali.