Sanità, in 9 mesi ogni italiano ha comprato 23 scatole di medicine

Nei primi nove mesi del 2014 ogni italiano ha acquistato circa 23 confezioni di medicinali, di cui 14 in regime di assistenza convenzionata. I farmaci per il sistema cardiovascolare si confermano i piu’ utilizzati, mentre al primo posto per prescrizione – tra quelli del sistema nervoso centrale – si confermano gli antidepressivi. La spesa farmaceutica nazionale totale e’ stata invece pari a 19,9 miliardi di euro, il 75,6% dei quali rimborsato dal servizio sanitario nazionale. Sono alcuni dei dati contenuti nel rapporto nazionale ‘L’uso dei farmaci in Italia’ (gennaio-settembre 2014), realizzato dall’Osservatorio nazionale sull’impiego dei medicinali (Osmed) dell’Aifa, e presentati oggi presso la sede dell’Agenzia italiana del farmaco.”I dati relativi all’uso dei farmaci in Italia- ha spiegato Luca Pani, direttore generale dell’Aifa- confermano la crescita costante, seppur contenuta, dei consumi e della spesa farmaceutica totale. A fronte della riduzione della spesa convenzionata (-2,2%) assistiamo alla crescita della compartecipazione a carico del cittadino e ad un aumento della spesa per i medicinali acquistati dalle strutture sanitarie pubbliche (+5,6%)”. Per quanto riguarda l’aderenza ai trattamenti farmacologici- ha proseguito Pani- “ampi margini di miglioramento riguardano sia gli antidepressivi sia i farmaci per i disturbi istruttivi delle vie respiratorie”. Quasi tutte le regioni, ha fatto sapere ancora il direttore generale dell’Aifa, “hanno ridotto la spesa convenzionata e la Sicilia e’ la regione che ha maggiormente ridotto i consumi (-3,6%) e la spesa pro capite (-12%)”, ha concluso. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale