Sert, “richieste in crescita, ma l’organico non va di pari passo”

ROMA – Aumentano le richieste di prestazioni, ma l’organico non cresce allo stesso modo. È quanto succede nei Sert italiani secondo una ricerca promossa dalla Fp-Cgil nazionale che verrà presentata durante l’incontro dal titolo “La salute bene comune. Lo stato di salute delle operatrici e degli operatori dei Sert e del Sistema dei servizi per le dipendenze”, che si terrà domani in Via San Basilio 51 a Roma. Secondo le prime anticipazioni sulla ricerca, “gli utenti sono cresciuti del 23 per cento tra il 2005 e il 2010, a fronte di un organico cresciuto di appena il 7 per cento, mentre a causa del blocco del turn over l’età media ha raggiunto i 48 anni e il 33 per cento degli operatori ha un contratto di lavoro atipico, il 48 per cento tra i neoassunti”.

La ricerca, spiega la Fp-Cgil, “permette di evidenziare le criticità di un servizio che, a fronte di una scarsità e precarietà sempre maggiore di mezzi e personale, vede aumentare le proprie funzioni e l’utenza: assistenza e cura delle tossicodipendenze tradizionali; nuove forme di dipendenza, dalla ludopatia alle dipendenze alimentari, certificazioni di assenza di non tossicodipendenza dei lavoratori a rischio, per patenti, adozioni internazionali e porto d’armi”. Un servizio che ad oggi vede un personale altamente qualificato con più del 50 per cento dei dipendenti laureato e il 24 per cento con una laurea triennale. Personale spinto da una “passione professionale” o che, nel 28 per cento degli operatori arrivati per caso nei Sert, apprezza l’organizzazione e il clima lavorativo. Una passione messa a rischio, però, “a causa delle carenze e dello stato di abbandono”, con oltre il 28 per cento degli operatori che manifestano demotivazione.

Alla presentazione della ricerca interverranno Ignazio Marino, presidente Commissione parlamentare d’inchiesta sul Ssn; Vera Lamonica, segretaria nazionale Cgil; Gloria Buffo, responsabile Salute Sel; Franco Corleone, segretario Forum Droghe; Tonino D’Angelo, segretario regionale Cittadinanzattiva Puglia; Paolo Fontanelli, responsabile Salute PD; Patrizio Gonnella, presidente Associazione “Antigone”; Alfio Lucchini, presidente nazionale Federserd; Armando Zappolini, presidente Cnca; Cecilia Taranto, segretaria nazionale Fp Cgil e Rossana Dettori, segretaria generale Fp Cgil.